#noviolenzasulledonne #donne

Ogni giorno si sentono storie di donne che subiscono violenze, che sono vittime del senso di possesso di uomini meschini o che non si arrendono al rifiuto. La totale perdita di autostima e dignità, l'isolamento, la dipendenza economica, la paura e la vergogna: vivono come oggetti di proprietà che devono rimanere sempre al loro posto e non fiatare. Alcune trovano il coraggio di denunciare grazie ad un amor proprio ritrovato o grazie all'aiuto di qualcuno, altre invece rimangono nell'ombra e vivono la loro vita nella totale assenza di felicità, convinte che l'abisso in cui si sono ritrovate a vivere è in fin dei conti ciò che si meritano. Perché è questo che succede quando si vive sul fondo: man mano ci si abitua e si crede che quello, sia il massimo che si può raggiungere, il miglior modo in cui poter vivere. 
prefazione di RITRATTI DI DONNE - Elisa Capitani

Commenti

Post popolari in questo blog

Tracce - Graffiti MetroPolitani - Youwras

Quiete