lunedì 24 luglio 2017

La clinica dell'abbandono - Alda Merini

Io ero fatta di prati verdi
di lucciole della notte.
Ma qualche adulto bambino
ha preso in mano il grillo
la lucciola e la cicala
che erano in me.
Alcuni falsi poeti
chiudono i grandi nel pugno
della curiosità
e non sanno che anche nel grillo
vive presente un'anima.

Alda Merini - da La clinica dell'abbandono

#Imperativoricordare

Voi che vivete sicuri
nelle vostre tiepide case.

Voi che trovate tornando a sera
il cibo caldo e visi amici:
  considerate se questo è un uomo
  che lavora nel fango
  che non conosce pace
  che lotta per mezzo pane
  che muore per un sì e per un no.

  Considerate se questa è una donna
  senza capelli e senza nome
  senza più forza per ricordare
  vuoti gli occhi e freddo il grembo
  come una rana d'inverno.

Meditate che questo è stato
vi comando queste parole
scolpitele nel vostro cuore
stando in casa andando per via,
coricandovi alzandovi;
ripetetele ai vostri figli.

O vi si sfaccia la casa,
la malattia vi impedisca,
i vostri nati torcano il viso da voi.

Se questo è un uomo - 1964 - Primo Levi

#figli

Un figlio ti insegna cosa vuol dire avere fiducia in qualcuno: mi abbandono a te perché so che ci sarai sempre, davvero! Occorre essere pronti a questo

giovedì 13 luglio 2017

#voltarsi

E all'improvviso ti volti e sei tu quella ragazza che avresti voluti vedere in te tanti anni fa.
Quella figa che ha cambiato città e lavoro, che fa qualcosa di creativo, che sa stare in ogni situazione, che è semplicemente felice e appagata, che non dipende più dal volere degli altri.
Ti ho sempre vista, vecchia me, inseguire un tipo di vita che credevi  di non meritare ed ora come per incanto ci sei dentro. Sei più forte, tenace, coraggiosa, possiedi finalmente un po d'ironia, sei un po meno permalosa e meno cupa.
Troppo spesso hai ammirato la vita di altri senza far nulla per cambiare la tua, poi un giorno hai deciso di impegnarti per te stessa e questo ha dato i suoi frutti.
Puoi essere orgogliosa di te!