martedì 21 maggio 2013

Specchi

Gettai a terra la sigaretta e lo guardai negli occhi, quegli occhi verdi come il mare che tanto cercai nei miei sogni. Fu come osservare uno specchio. Guardando lui vedevo dentro di me. La mia anima messa a nudo. Desideri, debolezze, emozioni: tutto appariva chiaro. Non avevo scudi, di fronte a lui nessuna barriera. Di fronte a quella bellezza piansi, come forse non avevo fatto mai. Piansi per quella sensazione di estrema condivisione e totalità. Da quel momento io non sarei più stata sola senza lui.

Nessun commento:

Posta un commento