domenica 16 giugno 2013

Partire


Vado oltre in questa notte.

Ragazze ai bordi della strada come belle macchine in esposizione scelte per farci un giro.

Penso all'amore e penso a quelle ragazze. Solo corpo, niente anima. Eppure un anima ce l'hanno, costretta a rimanere in un angolo del cuore, schiacciata dal mercificante sesso a pagamento. Costrette da qualcuno, da una condizione. E dall'altra parte? Insoddisfazione, noia, assenza di coinvolgimento, evasione. Se possibile ancor più triste. Minimo comune multiplo è l'assenza di sentimento, il più grande! Non è morale retorica: se non per questo perché due corpi dovrebbero sfiorarsi?

Vado oltre nella notte.

Lascio il mio amore alla stazione. Parte stasera. Volevo stare con lui ancora un istante ma il tempo non è generoso con noi. Ci divide. Lo vorrei al mio fianco sempre perché lo amo. C'è tanta anima in questo. Tutta l'anima che posso.

Vado oltre in questa notte.

Nessun commento:

Posta un commento