lunedì 10 dicembre 2012

L'albero


Neve candida sul mio cammino, brilla alla luce di un sole caldo e splendente. Le vette in lontananza vegliano sulla pianura inginocchiata davanti a tanta maestosità.
Una stanza, sempre quella di ieri. La finestra sul cortile scorge l'albero nel finto prato della chiesa, dove ogni domenica risuonano le ore scandite dalle campane a festa.
Isolato e indifeso quell'albero resiste all'inverno, proprio come il tuo cuore resiste al freddo dell'assenza. Vive giorno dopo giorno combattendo contro tutti, animato dall'unica forza che lo tiene in vita: l'istinto alla sopravvivenza.
Oggi quella stanza è diversa, qualcosa è cambiato: la tavola è imbandita, apparecchiata per due, i colori sono brillanti, la musica perfetta e intensa: una carezza dolcissima. Sembra incredibile come una giornata possa cambiare la vita delle persone. Il contatto di due anime che si incrociano sulla stessa strada, sotto lo stesso cielo.
Tutti quegli elementi erano lì anche prima che questo momento esistesse eppure ora tutto è differente.
Cosa può fare la purezza di un sentimento: cambiare la vita di due persone, cambiare le prospettive del futuro, cambiare il mondo...
E quell'albero oggi avrà un motivo in più per sopravvivere: vegliare su una storia d'amore nata di fronte a lui...che fino ad allora era solo....ma che ora sarà un testimone di bellezza.

Nessun commento:

Posta un commento