lunedì 26 agosto 2013

Vicolo cieco

Mi chiedo perché i politici non sentono la responsabilità dello stato.  Ogni giorno persone che si uccidono per nulla, violenze, prese di posizione. Tutto questo è frutto di una società priva di speranza che non ha nulla da perdere. Un frutto che è stato aiutato a crescere dal nulla in cui ci hanno fatto navigare per molto tempo. La cultura è assente, la socialità sostituita dall'individualita', il bene comune equiparato alla proprietà privata unica e indissolubile verità.  Ma come si può essere sereni e felici se tutti gli altri stanno male? Sono giorni che sentiamo rimbalzare notizie su Silvio, sui ricatti PD -PDL, sull'IMU e sul cane di Obama. Io credo che siamo in un vicolo cieco: deve cambiare la gente, devono ritornare i valori...uno su tutti la coerenza. Gandhi disse: sii il cambiamento che vuoi nel mondo. Sarebbe ora di mettere in pratica queste parole.  Smettere di guardare cio che fa l altro e impegnarsi ad ESSERE cio che vorremmo vedere.

Nessun commento:

Posta un commento