mercoledì 16 novembre 2016

#Bicameralismo perfetto

Il bicameralismo perfetto o paritario assegna identici poteri ad ambedue le CAMERE che formano il PARLAMENTO.

https://it.wikipedia.org/wiki/Bicameralismo_perfetto

Attualmente, in Italia, la Camera dei deputati e il Senato della Repubblica hanno gli stessi poteri.

Vi sono comunque alcune differenze di composizione e di funzione tra Camera dei deputati e Senato della Repubblica.

Le differenze di composizione riguardano:

  • la diversa consistenza numerica: 630 deputati e 315 senatori elettivi (inclusi quelli eletti nelle circoscrizioni estere)
  • la presenza di senatori a vita non eletti:
  • gli ex Presidenti della Repubblica sono senatori a vita
  • il Presidente della Repubblica può nominare cinque senatori a vita, scelti fra quei cittadini che hanno illustrato la patria per altissimi meriti nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario;
  • la differenza nell'elettorato attivo e passivo delle due camere:
  • sono elettori della Camera coloro che hanno la maggiore età, mentre occorrono 25 anni per votare per il Senato;
  • possono essere eletti alla Camera coloro che hanno compiuto 25 anni, mentre per il Senato occorre aver raggiunto i 40 anni;
  • I sistemi elettorali delle due camere sono differenti (quello del Senato deve essere su base regionale, in base all'articolo 57 della Costituzione).


Le differenze di funzione sono invece:

  • il Presidente del Senato sostituisce il Presidente della Repubblica in caso di morte, dimissioni o impossibilità a svolgere il ruolo, ed è considerato la seconda carica istituzionale dello stato (subito dopo il Presidente della Repubblica);
  • il Presidente della Camera dei deputati presiede anche le sedute a camere congiunte, ed è considerato la terza carica istituzionale dello stato.

Nessun commento:

Posta un commento