mercoledì 8 agosto 2012

Vento

Ecco egli viene
oh che allegria
tutti i capelli ci porta via
come una palla li fa ruzzare
ha una gran voglia eh di giocare
Fa diventare matte le fronde
che si accavallano come le onde
sibila, spruzza fa andar tentoni
scuote le porte
spazza i balconi
poi se la piglia
coi panni al sole
li manda in terra a far capriole
poi tace, quieto se ne va via
su nell'azzurro
oh che allegria.


Queste righe hanno un significato affettivo senza pari. ho voluto trascriverle per imprimerle nella memoria e farle rimanere come un testimone. Mia nonna quando ero piccola me la recitava sempre mentre aspettavamo l'autobus davanti a casa e io rimanevo a bocca aperta ad ascoltare. Queste parole sono un pezzo di me.

Nessun commento:

Posta un commento