giovedì 6 febbraio 2014

Gli animali e gli esseri umani



Questa foto bellissima l'ho scattata a Siviglia. Guardandola sono tante le riflessioni fatte sulla bellezza dello stare con gli animali e sulla fetta di vita che prendono in ognuno di noi. A volte questa fetta è quasi l'intera torta però. Quante volte è capitato di vedere animali trattati meglio degli essere umani?! Il cappottino, le babbuccie, i dialoghi .... una volta in un bar mi è capitato di vedere una signora chiedere al suo cane quando dovevano uscire dal bar, mah! Credo che l'esagerazione non sia costruttiva, nonostante io ami moltissimo gli animali di qualunque genere, e nemmeno sana nei loro confronti. Allora mi metto a pensare come mai in questo momento si ha la sensazione che l'amore per gli animali superi quello per le persone? Alla base probabilmente c'è un stato di fatto: l'essere umano fa schifo e non è più capace di veri sentimenti e di veri valori cosa in cui gli animali, soprattutto i cani, riescono molto bene. Quando ci troviamo a piangere davanti al film di Hachiko credo che quello che scatena le lacrime non sia tanto la pietosità ma il sapere che questo grado di fedeltà e amore incondizionato non lo raggiungeremo mai. A margine di questo poi c'è la difficoltà dei rapporti sempre meno intensi e profondi, dominati dalla superficialità e dall'egoismo di non volersi mai sentir dire "stai sbagliando" "così non ci si comporta" "mi hai deluso" etc. Allora si ricorre a un tipo di rapporto abbastanza a unidirezionale senza possibilità contestazione.

Nessun commento:

Posta un commento