lunedì 9 febbraio 2015

Brutta roba le aspettative

Ogni giorno sprechiamo attimi di vita preziosi per cercare di capire le persone, il loro pensiero.
Ci scervelliamo a comprendere cosa passa per la testa dell'altro di fronte ad un cosa:: aspettiamo che faccia la prima mossa e lì ancora interrogativi, supposizioni, voli pindarici della nostra testa che rimangono sempre e solo nella nostra testa.
Esperienza personale e quantomai reale mi fa dire che tutto questo non è che deleterio.
Incameriamo miriadi di pensieri senza che essi abbiano un fondamento: li manipoliamo e li contorciamo fino a costruire la nostra realtà che è solo nostra!
Nel momento in cui non trasmettiamo all'altro il nostro pensiero o la nostra esigenza egli non avrà nessuna possibilità nei nostri confronti. Non potremo mai pensare che agisca sulla base del nostro pensiero.
Questo perché un'altra persona è un'altra persona: ha un suo pensiero, un suo modo di vivere, un suo carattere e per questo va rispettato.
Che mondo sarebbe se non ci fosse la diversità?
Sono proprio le aspettative a rovinarci i momenti migliori della nostra vita così come i rapporti.
Siamo spesso più impegnati a pensare come vogliamo che sia una persona piuttosto che a viverla ne momento presente e a conoscerla così come si presenta ai nostri occhi, senza nessun tipo di pregiudizio. Non dico che sia facile, ma nemmeno impossibile!
Vivere il presente e la realtà che ci circonda così com'è ci aiuta ad accettare la diversità a prenderne atto e trarre da essa ogni insegnamento possibile. Dobbiamo essere come spugne nei confronti dell'altro: cercando di comprenderne ogni sfaccettatura, analizzando quanto più possibile il comportamento per trarne le nostre conclusioni. Ma solo ed esclusivamente dopo che si è conosciuto!

Nessun commento:

Posta un commento