domenica 5 aprile 2015

Gentile

E' lì nel cofanetto dei tuoi ricordi di quand'eri bambina. Un gioco di scuola delle medie. il '93. In una busta piccoli biglietti, scritti dai compagni di classe. L'indicazione era "cosa pensi della tua compagna di classe". Il commento che ritrovo più di tutti è simpatica, a seguire gentile e altruista. Una mi scrisse anche che ero "gasata" e un pò narcisista. Commento isolato però, forse un pò invidiosa.
Segnai in fondo anche il nome di ogni intestatario di quei commenti. Azzeccai tutti.
Era il 1990, ne sono passati tanti di anni.
Chissà qual'è ora la percezione che gli altri hanno di me. A volte mi piacerebbe leggere con gli occhi e la mente degli altri. Credo che questo desiderio non sia però interamente sano perchè significa avere la necessità di un parere, di un riscontro degli altri per fortificare e caratterizzare se stessi.
In realtà occorrerebbe essere se stessi indipendemente da quello che pensano gli altri e sentirsi pieno e forte del proprio modo di essere.
Sarà sicuro un problema di autostima.

Nessun commento:

Posta un commento