mercoledì 15 giugno 2011

Stiamo ad occhi chiusi quando…

gran canyon


La prima cosa che viene da pensare è quando si dorme: banale e scontato ma vero. E’ un istinto primordiale che tutte le persone o quasi nel mondo hanno nell’istante in cui se ne vanno a dormire e iniziano a sognare.
In realtà si chiudono gli occhi in tante altre occasioni.

Ad occhi chiusi ci stai quando hai paura: tipo quando sei sul Blu Tornado di Gardaland e stai facendo la prima discesa!
Micidiale: l’altezza, la velocità non lo so il fatto è che il primo istinto è quello di chiudere gli occhi e non sapere, non conoscere il dopo. Oppure di fronte ad una scena di un film horror tipo, vado un po’ indietro nel tempo, quando in Twin Peaks esce Bob da dietro il divano, o una scena splatter di qualche serie televisiva in cui squartano cadaveri, o ancor peggio persone vive, e fanno vedere tutto nei minimi particolari.

Ad occhi chiusi quando devi essere sorpreso: tipo quando i tuoi amici ti fanno una mega sorpresa e ti chiedono di chiudere gli occhi per farti assaporare il gusto di questa scoperta; poi può andare bene o male a seconda dei gusti ma comunque apprezzi il gesto.

Ad occhi chiusi ci stai quando vedi qualcosa di troppo forte: tipo quando il sole ti colpisce dritto in faccia, non hai gli occhiali da sole, non reggi il confronto e fai gli occhi cinesi abbassando le palpebre e arrendendoti alla sua potenza.

Ad occhi chiusi quando baci: e questo è davvero il massimo! Tutto ha un’intensità maggiore e poi vogliamo mettere baciare qualcuno che ha gli occhi sbarrati su di te! Naaaa

Ad occhi chiusi quando ascolti la musica: tipo in una giornata in cui le cose sono andate così così, arrivi a casa, ti stendi sul letto della tua stanza, spegni la luce, spingi play sul lettore cd e iniziano le note della tua canzone, la preferita, e li sì che inizia la vita…..

Ad occhi chiusi quando vuoi imprimere un’emozione forte: tipo quando ad occhi chiusi, toccando il profilo del viso della persona che ami, cerchi di imprimere tutte le sensazioni: i lineamenti, le imperfezioni, le caratteristiche per ricordartele per tutto il tempo che starà via.

Ad occhi chiusi ci stiamo per due motivi principalmente: quando vogliamo sentirci protetti e vogliamo chiudere il mondo fuori dal nostro campo visivo e limitarlo al nostro interno oppure vogliamo intensificare le sensazioni, assaporare un momento.

Si dice metaforicamente che chi sta ad occhi chiusi è una persona che non ascolta ragioni, prosegue dritta per la sua strada, ed evita di vedere per non turbarsi. Gli occhi sono la nostra via breve per la conoscenza: immagini, persone, colori ma poi c’è tutto un sottobosco che solo gli altri sensi possono aiutarci a provare. Non necessariamente chi chiude gli occhi si chiude in se stesso anzi apre il proprio io a tantissime sfumature che da soli gli occhi non potrebbero farci vedere.

Nessun commento:

Posta un commento