mercoledì 19 ottobre 2011

La porta






Mi accorgo ora che scrivevo tanto di te, creatura affascinante
negli occhi leggevo tutto il tuo male
nei i tuoi gesti nervosi la paura di vivere
ma quando ti sei innamorato, anche se come un bambino,
ho bussato alla porta di Dio.

Nessun commento:

Posta un commento