lunedì 17 settembre 2012

Straziato


Barbiturici per la mente
lenta agonia cedente
la vita
        alla morte

orecchie assorte
nel lamento dell’anima
indurita come cemento
colato lentamente
sul pulsare forte
di un cuore vivo

mutilato dal dolore

così giovane
per non amare

Nessun commento:

Posta un commento