venerdì 26 novembre 2010

Fiera

Autunno gregario perfetto,
il campanile svetta alto sull’operosità dei paesani,
pentole fumanti piene di grasso rimescolato,
contadini offrono succo d’uva spremuto poco prima,
un buskers si esibisce alle 14.37.
Vale un prosciutto l’ingegno di chi riuscirà ad indovinare a che altezza si trova,
un nostalgico esibisce le locandine dei concerti di gruppi ormai passati
vacillando sulle sue conoscenze artistiche,
bionde medie si riversano nelle gole degli assestati o
semplicemente dei vogliosi di festeggiamenti.
Odore di vin brullè e gnocco fritto
storie di musicisti nostrani, vite di provincia.
La pioggia arriva a disfare la festa
come formiche tutti corrono ai ripari.
Nel bagno la passione si consuma
in un pomeriggio d’ottobre
è sempre tempo per l’amore

Nessun commento:

Posta un commento