venerdì 26 novembre 2010

Tempi bui

...una strada stretta e trafficata attraversa questi luoghi della bassa padana,
Bastiglia, San Prospero, Cavezzo,
prati, case, aziende agricole, fabbriche
un nonno in bicicletta con suo nipote mi attraversa la strada felice
nella semplicità dei suoi gesti
nella bellezza di quel piccolo viaggio
con la sua fonte di eterna giovinezza.

Proseguo verso la mia meta
a fianco a me un fabbrica.
Cartelli di protesta, striscioni
un gruppo di persone davanti ai cancelli
ad attendere una decisione
a manifestare uno stato
un diritto al lavoro,
alla famiglia, alla salute,
alla propria vita.

Saranno molteplici le storie di queste persone
chi caduto nello sconforto per il fatto che è troppo vecchio per cercare un'altro lavoro
cosa farà ora, come manterrà la sua famiglia;
chi sarà meno preoccupato, magari appena iniziato al lavoro e in grado
di cavarsela;
chi penserà a dove andare
chi ottimista per natura crede che tutto si risolverà.

E io passo davanti a loro
in macchina
e mi unisco anche solo per un attimo
ai sentimenti che animano queste persone
che anche in una realtà piccola e poco visibile
lottano per i propri diritti,
non cedono il passo, non rinunciano
alla propria dignità.

Nessun commento:

Posta un commento