martedì 29 novembre 2011

Poesia per lei


Piccola amica mia
non sarà mai abbastanza il tempo che abbiamo passato insieme
ci siamo trovate d'estate in un campo in procinto della trebbiatura
l'ho capito subito che eri speciale
Insieme abbiamo passato tante giornate
siamo andate insieme all'oasi
la nel verde col tuo bel guinzaglio
siamo anche andati al mare, fantastica
hai dormito tutto il viaggio in autostrada.
Hai vissuto in molte case
Magreta 1, Magreta 2, Baggiovara, Formigine e ancora Baggiovara
hai viaggiato prima con noi, poi con me.
Hai sempre custodito il mio sonno quasi come un angelo custode
il tuo secondo padrone mi aveva detto che eri lì apposta.
Eri buffa e simpatica
e il tuo soprannome Maffa faceva tanto ridere
se penso al perchè te l'abbiamo dato.
Alcune volte non ti capivo lo ammetto
e vorrei ridarti ora tutto l'amore che se possibile non ti ho dato
quando eri qui con me.
Se penso che quella macchina che ti ha suonato
tu non l'hai sentita sarai stata terrorizzata
quando hai visto che non si sarebbe fermata.
Piccola mia sei stata la mia prima compagna
ti ho voluto davvero tanto bene
e non trovo giusto che qualcuno una notte di novembre
ti abbia tolto la vita.
Questo è il caso, la fatalità ma è troppo presto
non dovevi spezzare quel filo ora.

Nessun commento:

Posta un commento