sabato 5 marzo 2011

Suspendue

Percorrere le strade di periferia
nella notte
con la macchina.
Una musica malinconica, una sigaretta accesa.
Procedo a passo lento assaporando l’aria che entra dal finestrino in fessura.
Non ho meta
l’importante è non spezzare questa magia.
Mi lascio cullare
dalle note di una canzone
la mente è catturata dai pensieri che scorrono
mentre gli occhi guardano la strada.
Ci sono sere che vorrei stare solo qui
da sola con la mia malinconia
con me.
La mancanza di un amore
un problema da risolvere
versi da scrivere
un immagine da non cancellare
poi domani verrà il giorno
ma ora voglio rimanere qui
sospesa
nel posto di nessuno.

1 commento:

  1. Alle volte l'auto è l'esoscheletro di un anima cristallizata e nuda.
    Luca

    RispondiElimina