sabato 4 dicembre 2010

I Vianello

Arriva il giorno come ogni giorno,
la televisione racconta una storia d’amore lunga più di cinquant’anni,
entriamo nella loro vita, nella loro sofferenza,
cerchiamo particolari, indiscrezioni sull’ultimo incontro,
vogliamo sempre sapere come sarà l’ultimo momento su questa terra,
quasi a cercare una sicurezza, voler conoscere ciò che ci aspetta, ciò che non conosciamo.
Ci piace pensare che la morte sia arrivata in seguito a una mancanza,
troppo forte, troppo importante
per continuare ad andare avanti.
Forse è così, ma  forse era semplicemente il lento decorso della vita,
lo sgretolarsi del nostro corpo, l’arrendersi alla natura.
Lo spirito è colui che anima il nostro corpo che lo fa reagire,
che lo rende in grado di affrontare tutto.
E’ bello e commovente pensare a queste due persone,
riunite in un luogo a noi sconosciuto ma con la consapevolezza
che questo amore l’abbiamo vissuto e ci inchiniamo a questo.
Siamo colpiti pensiamo se a noi succederà
i sentimenti vanno nutriti, sofferti, lottati
non verranno mai come un dono dal cielo,
ci vuole dedizione, attenzione l’uno all’altro,
cercare di rispettare le esigenze e le diversità per farne un bene comune. 
E’ una storia commovente quella di questa coppia
che ci dà speranza e ci dà modo di riflettere su cosa sia un legame

Nessun commento:

Posta un commento